Sul finire di agosto, i tramonti pittoreschi e le spiagge sempre meno affollate si preparano a lasciare spazio al mese dei nuovi inizi. Il crescente desiderio di cambiamento e rinascita agita i nostri animi, che scalpitano alla ricerca del modo migliore per affrontare il ritorno alla quotidianità. 

Non è un caso che, verso settembre, la fantasia dei nostri hairstylist dia il meglio di sé. Oggi, sull’onda delle tendenze più gettonate nel mondo social, vogliamo parlarti del peach blonde: una particolare colorazione per capelli che prevede l’unione di sfumature bionde, rosa, rosse e rame in richiamo alle tonalità della pesca. Inventato nel 2017 dal parrucchiere londinese Alex Brownsell e divenuto virale su Instagram e TikTok, negli ultimi anni è stato elegantemente sfoggiato da celebrità come Maisie Williams, Helen Mirren e Kylie Jenner. 

Curiosa di esplorare le potenzialità che questo look ha da offrirti? Continua a leggere l’articolo e scopri tutto ciò che c’è da sapere! 

A chi sta bene il peach blonde?

Nella sua versione originale, il biondo pesca presenta intense sfumature aranciate particolarmente adatte alle carnagioni chiare dal sottotono caldo. Tuttavia, diversificando il bilanciamento dei pigmenti è possibile ottenere svariate nuances da abbinare anche alle più scure e/o fredde. Nel nostro Atelier della Bellezza un team di esperti di armocromia si occupa di studiare le caratteristiche specifiche di ogni cliente, così da trovare il perfetto equilibrio tra il volto e la chioma. 

Partendo da un biondo naturale, la realizzazione del peach blonde è abbastanza semplice e immediata. È sufficiente, infatti, stendere la giusta miscela sulle ciocche non trattate. Le basi più scure, invece, devono prima essere decolorate. In entrambi i casi, è bene affidarsi a professionisti capaci di eseguire meticolosamente i procedimenti, in modo da evitare il danneggiamento della fibra capillare. 

Inoltre, per eliminare il problema della ricrescita e ottenere un risultato più delicato, si può ricorrere alla tecnica del balayage. Questo viene applicato a distanza di cinque/dieci centimetri dalla radice, che rimane al naturale e non necessita, quindi, di alcun ritocco.

Insomma: con i giusti accorgimenti, il peach blonde sta bene a tutte. Se vuoi provarlo anche tu, rivolgiti a noi. Di qualsiasi tonalità siano la tua pelle e i tuoi capelli, i nostri parrucchieri troveranno la combinazione perfetta per te.

Tagli e acconciature per il biondo pesca

Grazie alle sue infinite possibili declinazioni, questa nuance può facilmente adattarsi a diverse texture e lunghezze. Long bob, pixie cut, frangetta dritta o a tendina: se la tintura è integrale, sei libera di sbizzarrirti. Nel caso del balayage con effetto peach blonde, invece, è meglio mantenere i capelli più lunghi così che ogni sfumatura abbia il proprio spazio. 

Per quanto riguarda la forma, boccoli e curve sono l’ideale per mettere in risalto ogni riflesso. Al contrario, una piega troppo liscia rischia di appiattire la vivacità del colore. Per lo stesso principio, consigliamo di abbinare pettinature intrecciate e mosse: noi ne abbiamo selezionate cinque!

1. Waterfall braids 

Come suggerisce il nome, le trecce a cascata scivolano dalla fronte alla nuca emulando il movimento dell’acqua. Così, animano la chioma evidenziandone tutte le sfumature.

2. Curly ponytail

Si tratta di una coda di cavallo alta, le cui lunghezze vengono asciugate ondulate. Ordinata ed elegante, illuminerà il tuo degradè biondo pesca.  

3. Trecce olandesi 

Si distinguono per essere particolarmente voluminose. La loro realizzazione prevede che la ciocca laterale passi al di sotto di quella centrale, generando un risultato corposo e frizzante.

4. Messy bun

Per definizione, lo chignon spettinato è fresco e sbarazzino, perfetto per valorizzare i toni allegri del peach blonde.

5. Boxer braids

Nel XIX secolo, questa acconciatura veniva portata dalle donne afroamericane. Oggi è diventata una briosa icona pop, che ben si sposa con colori come il rosa, il rosso e l’arancione.

Come curare al meglio il peach blonde

In generale, le chiome trattate necessitano di prodotti specifici per mantenersi sane e brillanti. Ad esempio, l’utilizzo di shampoo adeguati e maschere pigmentate tonalizzanti contribuisce a ravvivare la tinta e a renderla più duratura. 

Se la realizzazione del peach blonde prevede una fase di decolorazione, bisognerà poi assicurarsi che la fibra capillare venga ben nutrita e rinvigorita. A tal fine, puoi utilizzare degli appositi articoli alla cheratina, pensati ad hoc per idratare e sigillare le cuticole.

In ogni caso, è opportuno che le sfumature aranciate e rosate vengano riprese periodicamente, così da non sbiadirsi e restare sempre al top. Noi dell’Atelier della Bellezza abbiamo a cuore il benessere e la soddisfazione di ogni singolo cliente. Per questo, selezioniamo i nostri fornitori con estrema attenzione e ci serviamo della migliore merce per garantire servizi professionali e di qualità. 

Se vuoi prepararti all’arrivo dell’autunno con un look fresco ed esuberante, prenota un appuntamento o vieni a trovarci. Dopo aver studiato la tua palette cromatica, realizzeremo il peach blonde perfetto per te.